Praga: Memoriale Vittime Comunismo

Sei statue di bronzo su una scalinata a Praga ricordano le Vittime del Comunismo in Cecoslovacchia. Jan Palach e Milada Horáková sono i morti illustri di Praga.

Praga-monumento-vittime-comunismo

Il Monumento alle Vittime del Comunismo

Passeggiare per le strade di Praga dà l’impressione di visitare un museo a cielo aperto. Tra arte e cultura, tante opere rievocano il triste passato di queste terre, tormentate dal totalitarismo politico.

Se l’intero quartiere ebraico dello Josefov e tanti sampietrini sparsi per la città rimandano ai crimini del nazismo. A Malá Strana, sotto la collina di Petřín, un memoriale ricorda le persecuzioni del Comunismo (Pomník obětem komunismu).

Scopri la vita dietro la cortina di ferro in Cecoslovacchia e ascolta le esperienze dei locali…

PRAGA COMUNISTA
 

Il Memoriale alle Vittime del Comunismo si raggiunge facilmente. Dal centro, camminando a piedi attraversa il ponte Most Legií di fronte il Teatro Nazionale, oppure con il tram alla fermata Újezd.

Il significato delle statue

A prima vista si tratta di 6 sculture in bronzo (originariamente erano 7) lungo una scalinata che costeggia il muro della fame a Praga.

Il significato delle statue  che commemorano le vittime del comunismo è molto riflessivo. Si avverte subito un senso di vuoto, le sagome con le braccia tese in avanti sembrano delle ombre, prive anche della loro stessa materia.
Sono figure di persone che si susseguono sui gradini come per seguire un percorso. Man mano che si sale i corpi si smembrano fino a disintegrarsi.

Rappresentano come un regime possa annientare l’individuo, il quale seppur menomato rimane in piedi e si libera del potere totalitario.

vittime-comunismo-praga

Le opere un po’ inquiete sono state concepite sul tema M.U.K.L. – Můž Určený K Likvidaci che tradotto in italiano significa l’uomo destinato a essere liquidato (una frase di uso comune nelle carceri per i prigionieri politici).

L’artefice (ma non il solo) è Olbram Zoubek, un’artista ceco autore anche della maschera mortuaria di Jan Palach presso la facoltà di Filosofia dell’Università di Praga dove il giovane studente studiava prima d’immolarsi come torcia umana.

praga-memoriale-vittime-comunismo-statue

Memoriale alle Vittime del Totalitarismo

Il Monumento alle Vittime del Comunismo a Praga è dedicato non solo a chi è stato giustiziato o imprigionato, ma a tutti coloro le cui vite sono state rovinate da un dispotismo totalitario.
Il viale che attraversa l’area si chiama in lingua ceca alej obětí totality che tradotto in italiano significa vicolo alle vittime del totalitarismo.

vittime-totalitarismo-praga

I morti del comunismo

Una targa e una striscia sul pavimento ricordano i numeri delle oppressioni e i morti del comunismo in Cecoslovacchia.

Oběti komunismu 1948–1989: 205.486 odsouzeno – 248 popraveno – 4.500 zemřelo ve věznicích – 327 zahynulo na hranicích – 170.938 občanů emigrovalo così recitano le incisioni.
Dal 1948 al 1989: 205486 condannati, 248 pene capitali,4500 morti nelle carceri, 327 morti ai confini, 170938 cittadini emigrati.

vittime-comunismo-praga

I martiri illustri di Praga

Milada Horáková. È il simbolo della lotta antinazista e anticomunista. Superstite del campo di concentramento di Terezin, si oppose anche al nuovo regime comunista. Arrestata e condannata a morte nel carcere di Pankrác dopo un processo farsa usato per propaganda politica.

Jan Palach. Lo studente che si diede fuoco a piazza Venceslao in segno di protesta all’invasione sovietica nel 1968.  Palach è l’icona della Primavera di Praga, il vento di libertà del 1968 represso duramente dal regime centrale comunista spazzato solo nel 1989 dalla Rivoluzione di Velluto.

memoriale-vittime-comunismo-praga

Visita il campo di concentramento di Terezin, sarà un’esperienza molto riflessiva…

Dovresti aver letto anche:

Lascia un commento

I Migliori Tour di Praga